Gli addii peggiori sono quelli che non si dicono.
Quelli che non sai se aspettare o se smettere di sperare che torni.

– (via ilparadisodegliunicorni)

Il desiderio era quello di essere stretta tra le sue braccia, la paura quella di perdere me stessa in quell’abbraccio.

27febbraio2012 (via 27febbraio2012)

E tutte le volte che sei partito, tu non sei mai stato la fine ma sempre un nuovo inizio.

Quei due, così come sono, sono reciprocamente necessari. Ecco, questo modo d’essere è l’amore.

Italo Calvino, La giornata d’uno scrutatore. (via trippsonfire)